Scuola secondaria di primo grado

Data: 2019
Località: Bagno di Romagna (Forlì - Cesena)
Progettisti: Cannone Architetti S.r.l.
Collaboratori: Arch. Eugenio Azzarello, AP Architectural Portraits
Importo delle opere: € 3.300.000,00
Dimensioni: Superficie complessiva dell’area mq. 850

Scuola secondaria di primo grado

L’immagine dell’edificio asseconda il senso di quinta urbana rilevabile come vocazione dei luoghi, introducendo al contempo allo spazio pubblico della piazza antistante.

Il fronte ad Ovest su via Nazario Sauro, unitario nell’insieme, presenta un’articolazione resa dalla successione di colonne metalliche a tutta altezza colorate in blu scuro, che formano dei campi scanditi da brise soleil mobili in legno di essenze assortite, chiare e scure.

Il risvolto Nord sulla piazza affida la propria immagine al rapporto tra pieni e vuoti, assecondato da una loggia alla seconda elevazione e da una rientranza alla prima.

Nel fronte a Est, sulla corte interna, l’edificio si propone con superficie piana, leggermente piegata, ritagliata dai brise soleil che proteggono le ampie vetrate e dall’apertura che illumina l’atrio/agorà a doppia altezza, protetta da pannelli in lamiera metallica microforata.

Le superfici opache dell’edificio sono rivestite da lastre in pietra sinterizzata non aderenti alla struttura (facciata ventilata) con colori che richiamano i fronti della vicina scuola elementare primo novecentesca.

Le diverse parti del nuovo organismo si relazionano all’atrio/agorà a doppia altezza, che riveste il carattere anche simbolico di incontro e mediazione tra la scuola e la collettività e i cui usi ibridano le funzioni scolastiche: l’atrio/agorà stesso, la biblioteca – spazio multimediale, il collegato spazio per mostre, riunioni, incontri, l’atelier di musica, recitazione, rappresentazioni.

L’organizzazione tipologico – strutturale si basa su una maglia di colonne portanti in acciaio del diametro di cm. 30, da cui deriva un modulo tipologico, funzionale e architettonico di mt. 5,50 per mt. 8.00 più mt. 2,00 a sbalzo.

Le aule/spazi di gruppo hanno usi e ampiezze flessibili grazie a pareti scorrevoli. Gli spazi di collegamento e relazione ai diversi piani sono spazi informali, luoghi dell’incontro, del riposo e dell’individualità, collegati da pareti vetrate agli spazi delle aule.

Menu